Nell'incantevole verde del Parco Comunale di Zafferana Etnea e, sotto le pendici dell'Etna sorge il Ristorante Pizzeria "Orchidea", curato da Gaetano Cavallaro dal 1971, il quale vi attende con le famose specialità:
  • zuppa di funghi dell'Etna
  • pasta fresca fatta in casa (casarecci e pappardelle ai funghi porcini)
  • grigliate di carne e di funghi porcini (gratinati e insalate di funghi porcini)
  • semifreddo alle mandorle
  • mostarda vino cotto
  • mustaccioli di vino cotto
  • dolci tipici e le crostate entrambi fatti in casa e, anche a pranzo, la pizza siciliana.
Tra le specialità vi consigliamo la pizza ai funghi porcini dell'Etna ed anche la focaccina di Gaetano. A richiesta, sia a pranzo che a cena, il pesce fresco dello Jonio.

 

Il Ristorante Pizzeria Orchidea accoglie i clienti in una cornice speciale proprio all’interno del lussureggiante verde del Parco Comunale di Zafferana Etnea.


Il ristorante si rivolge agli amanti del pesce e della carne, ai quali propone un menu con tanti piatti della tradizione locale e non solo.


Il locale, accogliente e curato, mette a disposizione la televisione con servizio pay tv per gli amanti del calcio.

il ristorante

Pizzeria con forno a legna

La pizzeria è dotata di forno a legna per la cottura della pizza. L’impasto è sempre d giornata così la pizza risulta leggera, digeribile e particolarmente saporita.
Da l’Orchidea preparano anche la pizza siciliana con il ripieno tradizionale.
Una vera bontà da gustare con calma seduti ad uno dei tavoli della pizzeria, anche perché all'Orchidea la pizza siciliana viene preparata con una antica ricetta che risale agli anni '60.

Ristorante con terrazza

ristorante

Il ristorante è aperto sia a pranzo che a cena.

Durante il periodo estivo quando le giornate sono belle e il profilo dell’Etna domina Zafferana, non c’è niente di meglio di un pranzo o di una cena nella terrazza esterna con tavolini.

Su richiesta, inoltre, sia a mezzogiorno che la sera si possono ordinare i piatti preparati con il pescato proveniente dal Mar Jonio.

 

Share by: